Pershing Yacht Terrace presso il resort 7Pines di Ibiza

L’emozione unica e senza eguali di Pershing ha conquistato il cuore dei proprietari di tutto il mondo, regalando loro incredibili raffiche di adrenalina ad ogni svolta, mentre il mare scorre rapidamente. Questo brivido esclusivo ora ha lasciato il segno sulla terra, a Sant Josep de sa Talaia, Ibiza. Con la sua posizione in cima a una scogliera con viste spettacolari sull’incantevole isola rocciosa di Es Vedrà, il Pershing Yacht Terrace ti toglierà il fiato. Nessun altro posto al mondo può essere paragonato al cocktail bar nel centro del lussuoso resort a cinque stelle 7Pines di Ibiza . Con 186 suite, una spa di 1.500 m² e 13 piscine private, offre ad ogni singolo ospite un’esperienza Ibiza unica e su misura.

Inaugurato nel giugno 2018 , il Pershing Yacht Terrace è la prima lounge al mondo ad essere stata progettata da Pershing architects e designer per riflettere lo stile e i valori che rendono unica la gamma. Pershing e 7Pines si sono uniti per fondere divertimento e raffinatezza in questo spazio affascinante, che è il luogo ideale per rinfrescarsi durante il giorno e godersi il tramonto la sera. A completare la gamma delle meraviglie di 7Pines c’è un servizio di noleggio yacht, che consente agli ospiti di provare il brivido delle corse attraverso il mare o il fascino di una cena romantica a bordo di un Pershing 74, Pershing 5X o Pershing 9X.

Pershing Yacht Terrace ha un design accattivante ed esclusivo con superfici e linee delicate che richiamano alla mente i tratti distintivi delle navi Pershing. Da segnalare soprattutto l’ ala laterale Pershing che incornicia la parte anteriore del bar: realizzata in fibra di carbonio con finestre integrate, questo dettaglio esclusivo corre lungo il bancone ed è immersa in uno stile dinamico, elegante, leggero e scorrevole, che lo rende perfetto abbinare per gli yacht sbalorditivi nella gamma. I colori della lounge sono ispirati alle classiche tonalità di Pershing: il grigio è completato da sfumature di beige, marrone e nero in combinazioni raffinate e inedite.

Lo Yacht Terrace propone un invitante menu di cocktail con una combinazione di classici senza tempo e creazioni originali, sviluppate appositamente da esperti mixologi per offrire una miscela equilibrata di innovazione e tradizione, incarnando così perfettamente lo spirito del marchio. Guardando verso l’orizzonte, i proprietari e gli ospiti possono esplorare un’ampia selezione di gin e tonic o semplicemente assaporare un buon bicchiere di vino accompagnato da una serie di deliziosi piatti.

L’atmosfera sul Pershing Yacht Terrace è resa ancora più affascinante da uno speciale programma di musica dal vivo. Le performance rendono l’esperienza ancora più magnifica e celebrano il legame naturale del marchio con il mondo della musica.

I suoni sofisticati aggiungono il tocco finale alle meravigliose meraviglie offerte in un ambiente con viste mozzafiato da godersi durante il giorno e al tramonto, mentre sorseggiate bevande sublimi: il Pershing Yacht Terrace incanta gli ospiti in un viaggio attraverso lo stile e la bellezza, intrecciando il delizie di un ambiente celeste con le gioie di correre tra le onde alla massima velocità.

Hadriani spa-boat, la nuova prospettiva wellness a Venezia

“Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere” – disse Emanuel James Jim Rohn. Proprio così, volersi bene è importante: come fare al fine di non trascurarsi? Frequentare un centro benessere, ad esempio, è un ottimo rimedio per prendersi cura tanto del corpo quanto della mente. Se però siete stanchi dei soliti percorsi wellness, per misurarvi con qualcosa di insolito non resta che raggiungere Venezia, pronti ad ammirare la città da un’insolita prospettiva. Come? Semplicemente prendendo il largo. Raggiungendo la marina di Sant’Elena, infatti, è possibile sperimentare un insolito e decisamente originale centro benessere l’Hadriani Spa-Boat. Non il solito yacht turistico.

Il centro benessere più originale a Venezia è lo yacht Hadriani, spa galleggiante con sauna, bagno turco e idromassaggio con acqua di mare depurata. Il capitano Adriano Stocco accompagna gli ospiti ad ammirare il tramonto a San Marco e poi al largo, per un tuffo in mare aperto.

Hadriani spa-boat è un progetto che unisce il mondo del wellness a quello della nautica, in un connubio di relax e emozioni, lusso e cultura.

I 140 mq dello yacht sono interamente al servizio del benessere: all’entrata l’ospite é accolto da una leggera fragranza spa e musica rilassante, le camere da letto sono zone benessere con cromoterapia e sistema anti-onde che evita gli effetti da mal di mare. Attendono gli ospiti un tuffo nell’acqua salina della vasca idromassaggio esterna, un Aufguss nella sauna in legno canadese a 80 gradi, vaporizzazioni di acqua di mare depurata nel bagno turco piastrellato a mosaico con inserti in oro bianco.

A rendere unica questa spa galleggiante è proprio l’utilizzo di acqua marina, filtrata e depurata, dalle numerose proprietà benefiche per la pelle e per l’intero organismo per i sistemi circolatorio, respiratorio e metabolico.

www.spaboat.it

Il Buon Essere: LA POSA DEGLI AGRI

Ogni tanto ci si deve fermare per godersi la vita. Non si può sempre avere il fiato sul collo degli impegni, dalle faccende da sbrigare o delle scadenze da rispettare.

A volte l’unica cosa della quale abbiamo bisogno è solamente un momento di relax tutto per noi. Ed è nel tuo centro del BuonEssere che trovi tutto il relax del quale hai bisogno.

Nulla di più e nulla di meno.

Nel cuore della campagna padovana, immerso tra siepi e alberi, sorge La Posa degli Agri. Il ristorante sarà la cornice ideale per il vostro grande giorno, in quanto vi offrirà eleganza, esclusività, ma soprattutto grande qualità. Vi offrirà lo scenario ideale, immerso nella natura, dove creare suggestive e romantiche atmosfere.

Ci piace definirli un’officina di idee, in continuo cambiamento, alla rincorsa delle nostre e vostre passioni e alla ricerca di nuove materie prime, sempre nel rispetto della natura e delle sue regole.

La Posa degli Agri è un luogo da scoprire, nelle tante sfaccettature che sa offrire. Un ristorante immerso nel verde della campagna veneta, alle porte di Padova e a poca distanza da Venezia e Verona, lontana dal caos della città. Un luogo dove fermarsi per ritrovare il valore del tempo che passa, riscoprire l’avvicendarsi delle stagioni, comprendere profumi, sapori, colori e suoni del territorio veneto.

Un resort di campagna in un’atmosfera calda, venata di legno grezzo ed impastata di terra, per rigenerare corpo e mente. E qui accogliamo i nostri ospiti, facciamo scoprire la terra ai viaggiatori, nutriamo la curiosità dei sensi.

Rispetto della natura, di tempi ed esigenze della terra, e della materia prima. È questo che ci guida tutti i giorni, spingendoci a valorizzare ogni aspetto del nostro territorio. I piatti del nostro ristorante seguono il cambiamento delle stagioni e gli accostamenti si adattano ai prodotti che la natura ci offre. Utilizziamo materie prime di piccoli produttori locali, che selezioniamo personalmente tutti i giorni, con la costante attenzione all’impatto ambientale e al Km 0.

Utilizzano materie prime di piccoli produttori locali, ricercando qualità ed esclusività.
Rispettano il mercato del mare, favorendo il pescato locale. Seguono il flusso delle stagioni, selezionando i migliori prodotti biologici della nostra campagna. “Cucinare il Veneto” è l’obiettivo che si pongono, per consentire ai loro ospiti di godere dei sapori unici di una cucina che affonda le radici nella semplicità territoriale.

Nove camere e un appartamento al vostro servizio, per trasformare una tappa di un viaggio in un’esperienza rigenerante.

Ampie finestre aperte sulla campagna padovana, materiali naturali, pareti di argilla, pavimenti in legno, solo il rumore della natura che emerge dal silenzio.

Nell’antico casale del 1800 in provincia di Padova, a pochi chilometri da Agripolis (Università di Padova), sono stati ricavati nove alloggi, un bilocale con soggiorno e angolo cottura ed una sala lettura dove è possibile prendersi una pausa di relax accanto al camino. Ogni camera è unica perché ogni ospite è unico: diversi i disegni di luce e la vista che entrano dalle finestre, diversa la geometria e le altezze, diversi i colori ed il carattere.

“Venite a scegliere la vostra dimensione di viaggio preferita”.

Link e informazioni utili
www.laposadegliagri.com
mail: info@laposadegliagri.com
Polverara(Pd)
Via Orsaretto 4

Barcellona Negozi artigianali di proprietà familiare con radici antiche

Ogni volta che viaggiamo in un paese diverso, i nostri amici o parenti ci chiedono di ritornare perché ci sono troppe cose da scegliere tra i classici gingilli che tutti acquistano, ci sono così tante opzioni che ti fanno sentire al settimo cielo. 

Bagués-Masriera

Dal 1830, il gioielliere Bagués-Masriera  ha deliziato l’alta società dalla Catalogna e oltre. Visita il flagship store vicino a Casa Batlló di Gaudi su Passeig de Gracia e scoprirai pezzi accattivanti di due marchi distinti. L’art noveau di Masriera si concentra su elementi floreali, serpentini e sensualità femminile, mentre Bagués combina tecniche moderne e tradizionali per creare gioielli ispirati all’arte, alla musica e alla gente di Barcellona.

Lupo Barcellona

Fondato nel 1920, l’opulento bagmaker Lupo trae ispirazione da Gaudi, il genio architettonico della Sagrada Familia e molti altri simboli emblematici di Barcellona. Ogni borsa è realizzata in modo univoco, utilizzando pelle conciata con tecniche tradizionali. L’ampiezza della collezione del designer è vasta, sia per gli uomini che per le donne.

Dualart

Situato nel Quartiere Gotico, Dualart è lo studio e il negozio di designer di gioielli e gemmologi Amparo Valencia e Isabel Arlà. Le loro collezioni incredibilmente fantasiose sono create sul posto e le opere possono essere fatte su ordinazione, mentre il negozio espone anche gioielli, dipinti, sculture e artigianato di altri artisti.

Perché due ore di natura alla settimana andrebbero prescritte dal medico

Una “dose” di 120 minuti nel verde ogni 7 giorni migliora la salute e il benessere psicofisico: vale per qualunque età e forma fisica, e anche se si sta semplicemente seduti su una panchina.

Due ore di immersione settimanale nella natura sono un toccasana per il benessere psicofisico e la qualità della vita, a prescindere da come si passi questo tempo. Che la vicinanza ad aree verdi o al mare sia un balsamo per la salute è un fatto noto, ma uno studio britannico molto ripreso in queste ore è il primo a chiarire dopo quanto tempo di contatto diretto con parchi, fiumi, spiagge, montagne, foreste e colline questi effetti diventino visibili.

I risultati sono basati su una ricerca inglese, la Monitor of Engagement with the Natural Environment (MENE) condotta su 20 mila persone. I partecipanti hanno raccontato le loro attività nella precedente settimana e riferito il loro stato di salute e soddisfazione personale (un indicatore di benessere in generale). Tra coloro che nei sette giorni precedenti non avevano trascorso tempo nella natura o ne avevano trascorso poco, un quarto ha riportato problemi di salute, e la metà uno stato di insoddisfazione. Al contrario, solo un settimo delle persone che aveva trascorso almeno due ore nella natura ha lamentato problemi di salute, e solo un terzo si è detto poco soddisfatto.

SENZA DISTINZIONI. Il fatto più sorprendente è – secondo gli autori dello studio – che i benefici valgono per qualunque tipo di persona: giovani e meno giovani, più o meno abbienti, abitanti delle campagne e delle città, tipi sportivi o semplici “contemplatori” di alberi e fiori. Gli stessi effetti positivi sono stati riportati da chi, per motivi di salute, poteva solo stare seduto a godere della pace e della bellezza, senza praticare attività fisica.

Non importa dove si trascorrano questi 120 minuti, né che siano continuativi: il contatto diretto con la natura fa bene sia diluito a piccole dosi, sia concentrato in lunghe sessioni una o due volte a settimana. Superare la soglia delle due ore non comporta benefici aggiuntivi oltre quelli trovati (ma può essere comunque divertente e piacevole).

CHE COSA, FA BENE? I motivi di questa iniezione di benessere non sono chiari: i ricercatori hanno provato a verificare se si debba a un aumento dell’attività fisica, ma i risultati non sono stati convincenti: sembra che il guadagno ci sia anche per chi non raggiunge la soglia consigliata di 150 minuti settimanali di esercizio. Per qualche ragione, è la natura, l’elemento discriminante: forse per l’azione distensiva che ha sull’umore, soprattutto se alla presenza di verde si uniscono quiete, elevata biodiversità e luoghi di interesse da contemplare.

Del resto, ricordano gli autori, da tempo si sostiene che la pratica giapponese dello shinrin-yoku – letteralmente “bagno nella foresta” -garantisca vari benefici psicofisici (miglioramento dell’umore, riduzione dello stress e della frequenza cardiaca, potenziamento del sistema immunitario), anche se svolta in modo puramente contemplativo.

Le slingback di stagione: tutta una questione di tacco

La scarpa più trendy per l’estate 2019 è a punta con tacco midi, o anche flat, puché abbia una fascetta dietro il tallone. Stiamo parlando della slingback, must di stagione. Sono scarpe apparentemente semplici ma capaci di dare quel tocco in più a ogni tuo outfit. Sono dette anche ‘scarpe Chanel’ perché a creare il primo modello fu proprio lei, la celebre Coco Chanel, nel 1957.

E da subito divennero una vera e propria icona dello stile bon ton, da portare con gonne midi sotto il ginocchio ma anche con pantaloni over o slim fit, e ancora sotto gonne longuette. Sono scarpe che stanno davvero bene a tutte, comode in ogni stagione… impossibile resistere.

Dunque la comodità è a portata di piede, ehm mano!

Solitamente hanno un’aria elegante e classica, quindi difficilmente non si adatteranno alle svariate occasioni d’uso. Potete sdrammatizzare con un jeans o rendere più formali sotto un tailleur. Possono essere indossate anche con gonne od abiti, ma pensateci bene, dovrete essere alte o comunque molto proporzionate in quanto, il tacco di quella portata non slancia la figura.

Anticitera. L’isola greca dove nacque il primo computer cerca abitanti

Con una popolazione ridotta a 40 unità la splendida isola a sud del Peloponneso, dove venne costruita la prima “macchina calcolatrice” della storia, lancia un bando: ai neo residenti una casa, un appezzamento di terra e 500 euro al mese per tre anni Alte scogliere a picco sul mare, calette nascoste e grotte da scoprire, un piccolo villaggio fermo nel tempo e una natura verde e rigogliosa che profuma di elicriso e rosmarino.

Benvenuti ad Anticitera, piccola isola greca vicino la (ben) più grande Creta. Situata a sud del Peloponneso (in traghetto dista circa 4 ore da Laconia nel Peloponneso e 2 ore da Creta), questa perla delle isole Ionie è una terra rocciosa, selvaggia, ricca di natura incontaminata che ricopre per intero i venti chilometri quadrati che la compongono. Con le sue acque cristalline è perfetta per fare diving, ma anche per vacanze al mare lontano dalla solita folla delle destinazioni più gettonate. E’ la meta perfetta per staccare la spina, sentirsi fuori dal mondo, immersi nella pace.

Date le dimensioni ha un solo paese, tranquillo ma suggestivo, fatto di case bianche e un sali-scendi di vicoli, con un paio di taverne e una manciata di botteghe.

L’isola, insomma, non ha nulla a che invidiare alle arci-famose Cicladi, come Paros, Mykonos e Santorini, che saranno pure più grandi, ricche di attrazioni e posti alla moda, sono diventate veri poli turistici per amanti della movida. Anticitera, dal canto suo, rappresenta il volto più autentico della Grecia. Eppure nessuno la conosce, i turisti la snobbano e persino la sua popolazione sembra averle voltato le spalle. Sull’isola infatti sono rimasti solo quaranta abitanti – e neanche un bambino – tutti concentrati nel villaggio principale, Potamos (che è anche il porto).

Da qui l’idea: lanciare una campagna per ripopolare l’isola, cercando nuovi abitanti che siano disposti a trasferirsi e mettere su famiglia in questo avamposto greco. Per convincere più persone possibile, però, gli abitanti del posto sanno che non basta evidenziare i punti di forza, gli ambienti rilassanti, la pace della natura, la bellezza dei panorami, la ricchezza delle sue acque. E per rendere la proposta più allettante, ed attrarre magari i giovani, hanno messo a disposizione di nuove famiglie di avventori sia una casa, che un appezzamento di terra da coltivare o per avviare un’attività e un assegno di 500 euro al mese per i primi tre anni. Non c’è –  almeno allo stadio iniziale – un limite massimo alle richieste, visto che l’obiettivo è ripopolare l’isola. E sono già 4 le famiglie che si sono prenotate.

Tra le sue alte falesie e le terre selvagge, nasconde anche delle vere meraviglie. Come il suo castello, l’antica città fortificata costruita verso la fine del IV secolo a.C. e l’inizio del III a.C., appollaiata nella parte nord, sopra la baia di Xeropotamos, un tempo porto della città. Circondata da alte mura di cinta, tra le sue numerose rovine, offre un viaggio indietro nel tempo. Nella zona del porto è stato ritrovato anche un tempio di Apollo, con una statua di marmo dedicata la dio, ora in mostra al Museo Archeologico di Atene. Sia il porto che la città fortificata sono in ottime condizioni e creano uno straordinario tour archeologico. Tra i siti storici da non perdere, ci sono anche i mulini alimentati da vento o acqua, a partire dal più importante, il vecchio mulino di Potamos, che risale all’Ottocento. Senza contare gli straordinari reperti recuperati da un antico naufragio, tra cui l’Efebo, la statua di bronzo, e il Meccanismo di Antichitera, un marchingegno tutto ingranaggi considerato il primissimo, rudimentale esempio di computer.

E poi le spiagge. Che sono poche, piccole e defilate. Ma il bello sta proprio lì. Le più interessanti sono quella di Xiropotamos e la baia di Kamarilla. Bagnate da acque smeraldo, di sabbia dorata o di ciottoli bianchi, sono la cartolina perfetta dell’isola greca.

Se siete interessati fatevi avanti! 

Questi i contatti:

Comunità di Antikythera
Antikythera, 80100
Tel:. +30 2736033004
Fax: +30 2736033471
info@antikythera.gr





Forte dei Marmi diventa un brand per raccontare l’eccellenza italiana

È stato presentato il brandForte dei Marmi dal sindaco Bruno Murzi e dal vicesindaco Graziella Polacci. Al tavolo anche Matteo Bocelli, figlio del Maestro Andrea, a testimoniare la qualità di vita della Perla della Versilia dove la sua famiglia vive ormai da anni.

Il mito Forte dei Marmi deriva dalla sua spiaggia larghissima e dorata, dai suoi stabilimenti balneari attrezzati ed esclusivi, dai locali notturni quali la Capannina di Franceschi, dai suoi ristoranti stellati, dalle molteplici boutique di grandi marche che affollano le vie del centro, dalle case immerse nel verde delle pinete e, soprattutto, dalla natura ancora incontaminata tra il mare e la quinta sontuosa e impagabile delle Apuane.

Tutte queste particolarità hanno contribuito a creare un’eccellenza nel panorama turistico italiano. Un nome il cui sinonimo è turismo di qualità. Oggi Forte dei Marmi si dota di un proprio brand nella consapevolezza che il posizionamento sul mercato debba avvenire attraverso un moderno processo di consolidamento della propria immagine e soprattutto tramite una adeguata gestione di tutti i moderni strumenti di informazione, comunicazione e promozione.

“Ci sono stati tanti equilibri da rispettare da un punto di vista grafico e semantico – afferma il Sindaco Bruno Murzi. Il nome Forte dei Marmi, in un carattere grafico che richiama lo stampatello a mano, è racchiuso in un pittogramma che ricorda le tipiche cabine di legno allineate lungo tutta la spiaggia che hanno avuto il primo progetto all’inizio degli anni venti del secolo scorso. Ieri come domani quindi, proprio come il nostro claim. Assieme al pontile rappresentano il nostro orizzonte e per molte famiglie la storia di generazioni”. 

Ma non è solo questo il messaggio che la nuova forma di comunicazione vuole mandare. Non è solo l’evocazione di una stagione estiva ma di una Forte dei Marmi vivibile tutto l’anno. “La Forte dei Marmi che non ti aspetti e che vogliamo invece far scoprire – conclude il Sindaco”. Oggi il Comune di Forte dei Marmi si sviluppa su 9 chilometri quadrati, ha 54 alberghi di cui 6 a 5 stelle. Alle strutture ricettive si aggiungono 100 stabilimenti balneari per una offerta turistica di altissima qualità.

Inoltre a Forte dei Marmi si lanciano mode, nascono amori destinati a finire sulle pagine delle riviste di gossip e si vive la “bella vita” dei locali notturni e alla moda.

Un turismo che vede una grandissima percentuale di stranieri. Soprattutto i magnati russi hanno eletto Forte dei Marmi una delle loro mete preferite. Per questo motivo in città, e in particolare nel quartiere di Vittoria Apuana, si sono moltiplicate le ville sfarzosi circondate da enormi parchi.

Pomodoro e avocado, la coppia di cibi che insieme diventano super

Secondo la teoria della Food Sinergy, ci sono combinazioni di alimenti che possono apportare notevoli benefici alla salute. A coniare il concetto è stato David Jacobs, ricercatore dell’Università del Minnesota, in relazione all’idea che determinati cibi, se consumati insieme, possano potenziare notevolmente i propri effetti positivi sulla salute, preservando da disturbi e malattie.


Una di queste combinazioni vincenti è rappresentata da pomodoro avocado: uno studio condotto dalla Purdue University ha riscontrato che i carotenoidi, pigmenti colorati dalle proprietà antiossidanti e presenti in prodotti come i pomodori, non vengono assorbiti dal corpo se non si legano a una ridotta presenza di grassi. Poiché il pomodoro è noto per la presenza di carotenoidelicopene, che aiuta a ridurre il rischio di alcuni tipi di tumore, per ottenere il massimo dei benefici da questo alimento si può abbinare a un quarto di avocado.

Suite della settimana: l’elegante Fashion Suite al Four Seasons Hotel di Milano

Quando penso a Milano, immagino immediatamente la magnificenza del Duomo, l’architettura spettacolare e, naturalmente, la fresca fragranza della moda nell’aria; questa è Milano per me. Fortunatamente, il Four Seasons Hotel Milano placa il mio interesse di tutto ciò che è moda; non solo è un hotel di lusso a pochi passi dai negozi della città, ma l’hotel ha ora progettato una suite di moda.

La Four Seasons ‘Fashion Suite è probabilmente una delle suite dal design impeccabile che avresti mai visto. L’attenzione ai dettagli è ciò che ha attirato la mia attenzione. La suite in stile appartamento in stile italiano è immersa in una raffinata tavolozza di colori avorio e bianco, punteggiato da vivaci pops di verde oliva. L’intero appartamento è adornato con pezzi chic che decorano elegantemente lo spazio. Lo spazio intimo è stato progettato per ospitare un soggiorno, una camera da letto, un bagno privato e una terrazza. È interessante notare come Four Seasons sia stata in grado di ospitare comodamente un’area di lavoro e una zona relax in questo appartamento di 732 m². La camera da letto comprende un letto king size e un bagno in marmo, con una profonda vasca europea. 

Area: 68 mq
Occupazione:3 adulti o 2 adulti e 1 adulto 
Tariffa: € 6750