Cliff House: una casa di vetro a picco sull’oceano

Se hai sognato una casa su una scogliera lontano dalle folle esasperanti della tua città, ecco la tua occasione per averne una! 

Il suo punto di forza è sicuramente la vista incredibile sull’oceano. Si chiama Cliff House il concept abitativo ideato dallo studio di architettura australiano Modscape, famoso per le case prefabbricate.

Una casa da brivido, a picco sull’oceano, progettata per una coppia proprietaria di un piccolo appezzamento di terra sulla costa di Victoria in Australia.

Nel pieno rispetto dell’ambiente circostante la casa è stata concepita come una sorta di estensione artificiale della scogliera con spazi modulari prefabbricati e sovrapposti ancorati alla roccia con perni in acciaio.

L’abitazione si sviluppa su cinque piani collegati tramite un ascensore.

L’ingresso è posto in alto. Vi è un ampia terrazza coperta che funge da garage e si utilizza l’ascensore per muoversi dall’alto verso il basso ed accedere alle varie zone della casa.

Al quarto piano si trova la zona giorno con l’ampio salotto e la cucina, mentre al terzo piano ci sono due camere da letto e un bagno.

La camera padronale, con un ampio bagno, è collocata al secondo piano vicinissima all’acqua mentre il piano più basso è occupato da unarea semi outdoor con spa e zona barbecue.

L’arredo è minimale ed è caratterizzato dalla grande presenza del vetro che rende l’abitazione ultra-panoramica in contatto diretto con il mare ed il cielo.

L’intero progetto, sia nella scelta dei materiali che del design, è inoltre improntato all’insegna dell’ecosostenibilità, così da minimizzare l’impatto ambientale

Il bello di andare in montagna d’estate

Fare trekking, immergersi nella natura per un bagno di energia, disconnettere e rimettersi in sintonia con se stessi.

Di solito si va in montagna da piccoli, poi la si tradisce per il mare durante la fase teenager, e la si ricomincia ad amare verso i 30 anni. Se d’estate il mare è il luogo più immediato a cui pensare, la montagna, da vera donna, è più esigente e ha occhi solo per chi la sa apprezzare davvero.

Noi siamo stati a Livigno per una due giorni di attività outdoor e abbiamo provato e apprezzato il senso di benessere e di equilibrio che trasmette lo stare in mezzo alla natura. Una experience organizzata da Scarpa lo storico brand di Asolo specializzato in calzature da montagna, guidato dalla famiglia Parisotto.

E dove, in un mondo al maschile, si è fatta strada Cristina, la più giovane dei tre fratelli, ma con la tempra e il senso creativo di chi, da donna a donna, la montagna la capisce davvero. Proprio per questo, con le ultime collezioni della linea di approach, adatta per il trekking su sentieri, e di trail running, ha voluto puntare sul lato più femminile della montagna. Grazie a modelli che nei colori ma soprattutto nella realizzazione sono studiati per assecondare le esigenze delle donne e facilitarne il comfort.

Noi quest’estate scegliamo la montagna perché:

 – Praticare attività outdoor stimola le endorfine e fa sentire meno il senso della fatica. Muoversi in mezzo alla natura cambia in positivo la percezione di cosa vuol dire fare uno sforzo fisico.

– Perché non esiste solo la montagna dei grandi alpinisti. Esiste anche la versione slow: quella del trekking leggero, che permette di godersi il paesaggio, rilassarsi, e ascoltare i suoni della natura.

– Perché elimina lo stress. Secondo alcuni studi, il contatto con la vegetazione del bosco abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, rilassa, riduce l’ansia, e stimola persino la creatività. I benefici si devono all‘ossigenazione che si ottiene camminando immersi nella vegetazione: è come fare un bagno di energia.

– Per rimettersi in equilibrio con se stessi. Godesi la montagna significa rimettersi in connessione col proprio io. Fare trekking dà la possibilità di ascoltarsi durante il percorso. È una alternativa alla meditazione per rigenerarsi e disconnettere.

– Perché si mangia bene e sano. È un luogo comune che la montagna stimola l’appetito. Ma non potrebbe essere altrimenti vista la bontà dei piatti tipici preparata con ingredienti locali a chilometro zero.

– Perché dà un senso di soddisfazione. La montagna è più selettiva e come una donna, va conquistata. Ma dà un senso di soddisfazione totalizzante.

Novità 2020

Essere gentili fa bene alla salute e migliora la vita

Essere gentili porta numerosi benefici nella vita: ecco perché, se lo sarete, avrete vantaggi nel lavoro e con la vostra salute (fisica e mentale)

La gentilezza è la forma più alta di educazione e rispetto verso le altre persone, ci permette di avere un’immagine più positiva di noicreare energia positiva.

Insomma una volta provata, non la si lascia più.

Il potere della gentilezza nasce proprio dal fatto che con un sorriso o con un semplice gesto possiamo trasformare positivamente la giornata di qualcuno e sentirci fieri di noi stessi.

Il contagio è esponenziale e l’ottimismo sarà una delle primissime conseguenze dei vostri gesti gentili.

Vi diamo 4 buoni motivi per essere gentili e trarne dei vantaggi.

Starete meglio con voi stessi

La gentilezza ha un effetto boomerang: più sarete gentili con gli altri, più gli altri lo saranno con voi e più vi sentirete meglio.

Se farete gesti gentili, infatti, vi abituerete a notare quando gli altri li faranno a loro volta e diventerete più coscienti della positività che avete intorno.

Tutto questo vi piacerà talmente tanto che continuerete inconsapevolmente a incrementare la vostra gentilezza.

Attenzione però alla falsa gentilezza, si vede a distanza di chilometri (e n questo caso l’effetto boomerang vale il doppio!).

Migliora la salute

Se sarete gentili e cercherete di essere ben disposti, ridurrete il rischio di malattie cardiache e ictus.

I ricercatori del National Institute on Aging di Baltimora, infatti, hanno verificato che i soggetti con temperamento più competitivo e aggressivo tendono a sviluppare più facilmente un ispessimento delle carotidi che provocherebbe un rischio di infarto e ictus fino al 40%.

Aiuta nel lavoro

La gentilezza vi farà lavorare meglio e potrete anche mantenere il posto di lavoro più a lungo rispetto a una persona scontrosa.

Una ricerca della North Carolina State University ha mostrato come, in un gruppo di lavoro, un capo che tratta con gentilezza i propri dipendenti otterrà risultati migliori grazie al clima di fiducia che spinge a lavorare di più.

Un altro studio dell’University of Notre Dame invece ha dimostrato che le persone più gentili sono anche le più gradevoli e quindi meno soggette a licenziamento.

È un’ottima difesa

Rabbia chiama rabbia. E gentilezza chiama calma.

Se una persona è molto arrabbiata, provate a rispondere usando l’arma della gentilezza, avrete sicuramente più speranze di risolvere la questione spinosa in meno tempo.

Il motivo? Il cervello dell’altra persona registrerà uno stile di comunicazione totalmente diverso da quello rabbioso che stava utilizzando e sarà costretta ad adeguarsi allo stesso stile.

Acqua, fonte di benessere: rilassa il corpo e la mente in modo naturale

Rigenerante e idratante, cura il corpo e la mente e allontana le tensioni: ecco tutti gli effetti benefici dell’acqua e il suo potere antistress

Siamo fatti d’acqua per una percentuale variante fra 75 e 85%. Il contenuto d’acqua è più alto nel corpo di un neonato e si abbassa quando l’età avanza, ecco perché è importante curare il corretto livello di idratazione, in grado di mantenere elastica e vitale l’epidermide.

Nuotare aiuta a mantenersi in forma e secondo gli studi contribuisce a liberare le endorfine. Non solo, l’acqua modella il corpo con armonia e ha un effetto positivo sul benessere mentale.

Ritagliarsi del tempo per un “appuntamento con l’acqua”, dopo una giornata impegnativa, può essere una fonte di benessere psicofisico e un valido antistress. Se aggiungi alla vasca da bagno degli oli essenziali, i benefici della natura ne potenzieranno gli effetti. 

Non dimenticare quindi di aggiungere una mensola in bagno, da dedicare agli ingredienti preziosi per scrub e maschere, come l’avena, altamente nutriente e in grado di coccolare il corpo con dolcezza.

Chiudi gli occhi, concediti del tempo, lasciati andare e scopri come l’acqua può essere una terapia naturale antistress.

Galleggiare per eliminare le tensioni

Un’ora di galleggiamento in acqua equivale a circa cinque ore di sonno, come documentato dalle ricerche mediche. Gli studi indicano che la floating therapy, nota anche come terapia del galleggiamento, presenta effetti simili a quelli della meditazione, sia a livello fisico, sia sul piano psicologico.

Quando galleggiamo in acqua abbandoniamo il controllo, lasciando andare tensioni e preoccupazioni. Grazie alla floating therapy infatti è possibile ottenere una riduzione del dolore cronico, migliorare le problematiche legate allo stress e trovare sollievo immediato superando i momenti di agitazione e stanchezza.

La vasca di deprivazione sensoriale o vasca di galleggiamento venne sperimentata nel 1954 dal Dr. John Lilly, il quale prova, prima di tutto su se stesso, che il galleggiamento ha un effetto straordinariamente riposante per il cervello.

Fitness in acqua per restare in forma con meno fatica 

Stai affrontando una dieta oppure aspetti un bambino? Punta sulle attività in acqua che aiutano a stare in forma e aumentano l’autostima!

In acqua, la forza di gravità scompare e la percezione del peso corporeo è differente: avvertiamo una straordinaria sensazione di leggerezza e facciamo meno fatica, acquistando elasticità, armonia e flessibilità. Per migliorare, scegli un corso o affidati a un istruttore: ti consentirà di migliorare la tecnica, con effetti positivi sulla performance e il rilassamento muscolare.

Se ami la musica prova acquagym, hydrobike e tapis roulant in piscina. Grazie a una forma di allenamento pensata con la musica e il gioco, aumenta la carica vitale e l’umore migliora.

Prenditi qualche minuto per galleggiare a pancia in su: lascia andare il peso della tensione, respira profondamente, percepisci il massagio benefico dell’acqua che ti sostiene.

Bagno caldo con oli essenziali per un effetto rilassante

Hai una vasca da bagno? Aggiungi mezzo chilo di sale grosso nell’acqua non troppo calda e immergiti per 30 minuti circa, meglio se con un costume in modo da proteggere le parti intime: ti aiuterà a sgonfiare e drenare i liquidi in eccesso.

Se a fine giornata le gambe sono stanche e gonfie aggiungi olio essenziale di ginepro, eucalipto, pompelmo o menta, rinfrescante e in grado di svegliare la mente.

Un ramo di rosmarino o lavanda da sbriciolare nell’acqua saranno una coccola naturale per il tuo benessere: ricorda che i problemi di cellulite non sono collegati solo al fumo e all’alimentazione, ma anche allo stress.

Concedersi tempo per una doccia o un bagno rilassante aiuta a lasciar andare le tensioni della giornata e fare chiarezza tra i pensieri, migliorando la calma mentale.

Alternare acqua calda e fredda per un massaggio tonificante

Supera la paura dell’acqua fredda! Grazie all’alternanza fra caldo e freddo puoi sfruttare l’acqua per uno straordinario massaggio naturale in grado di tonificare e rassodare i tessuti.

L’acqua calda aiuta l’eliminazione delle tossine e ha un effetto rilassante sul sistema nervoso. Al contrario, i vasi sanguigni tendono a contrarsi quando l’acqua è fredda, mentre l’organismo si rivitalizza e depura. Per un beneficio autentico e prolungato impara a alternare le temperature.

Direziona il getto di acqua fredda sul petto, glutei e cosce. Questa semplice abitudine è in grado di migliorare la circolazione, combatte la stanchezza e sveglia il metabolismo, stimolando la produzione di noradrenalina, fondamentale per la regolazione dell’umore.

HairBag , la soluzione per proteggere la borsa dal parrucchiere

È arrivato il salva-borsa per quando siete dal parrucchiere. Si chiama HairBag ed è un copri borsa trasparente ideato per proteggere borse e zaini dalle indelebili macchie di tinte, creme, smalti e decoloranti nei saloni di bellezza. Realizzato in pvc riciclabile e pieghevole,può essere lavato dopo ogni utilizzo in modo semplice e veloce. «L’idea risale a qualche anno fa, quando nel mio salone ho accidentalmente macchiato la borsa di una signora», racconta l’hairstyliste Alessandro Villa. 

HairBag rappresenta un’attenzione in più che il professionista sceglie di dedicare alla cliente, prendendosi cura anche di un suo imprescindibile accessorio che per molte donne non ha solo un valore materiale, ma anche emotivo. HairBag è disponibile in diversi formati per adattarsi a tutte le borse.

http://www.hairbag.it

Pcup:il bicchiere intelligente

È l’invenzione green di due ragazzi liguri: resistente e flessibile, dotato di chip, permette di risparmiare su ogni consumazione 19 grammi di plastica e 83 grammi di anidride carbonica.

Lorenzo Pisoni e Stefano Fraioli sono due ragazzi liguri di 28 anni, fondatori di Pcup, una start up che con il suo bicchiere “intelligente” promette un’alternativa ecologica ed economicamente vantaggiosa all’usa e getta. 

Il bicchiere di plastica costa poco, cinque centesimi, ma con l’utilizzo azzera il suo valore e inquina – spiega Lorenzo, amministratore delegato della società – il nostro Pcup invece costa di più, 2,50 euro, ma conviene rispetto alle alternative biodegradabili perché genera valore con l’uso, insomma fa dell’ecologia un segno più”.

Pcup infatti è dotato di un chip a cui viene associato il profilo di chi sta partecipando a un evento. Tutto attraverso un’applicazione che consente di pagare la consumazione e di ritirarla direttamente dal barista appoggiando il bicchiere al suo lettore.  

In questo modo l’esercente fa una scelta green e nel tempo dispone di un campione di dati e informazioni preziose per impostare le proprie strategie di marketing. Non solo. Risparmia sullo smaltimento, può dare ai suoi clienti informazioni in tempo reale e mostrare quanta plastica e quanta anidride carbonica sta evitando di disperdere nell’ambiente.  Per esempio, in un evento con 1200 persone, con almeno 2 cocktail a testa, si consumano oltre 2 mila bicchieri usa e getta. Ogni pezzo “costa” 19 grammi di plastica e circa 83 grammi di anidride carbonica.

Dall’altra parte il cliente, oltre a saltare le file alla cassa, entra in una community esclusiva, può sapere se ci sono suoi amici nel locale, può pagare loro da bere. E accedere al proprio contatore ecologico, cioè alle informazioni sulla plastica risparmiata in quell’occasione e da tutti i bicchieri che ha usato nel tempo.

Per questo Pcup è stato realizzato per durare il più a lungo possibile. Con il vantaggio di poter essere usato ovunque, dalle fiere agli stadi, laddove altri materiali come il vetro sono vietati per ragioni di sicurezza. Una delle sue caratteristiche infatti è la flessibilità:  può entrare in tasca, come se fosse di gomma. Ma a differenza della gomma non è prodotto usando il petrolio ed è particolarmente resistente alle alte temperature e agli agenti chimici. Inoltre può essere personalizzato con il marchio del locale o dell’evento in cui viene usato, trasformandosi in un gadget.

Il modello di business è quello del vuoto a rendere. Il bicchiere, cioè, viene dato dietro cauzione. Se non viene restituito l’esercente guadagna comunque. “In questo modo i nostri clienti possono fare anche margini piuttosto alti”, spiega ancora Lorenzo.

www.pcup.info

Honolulu questa piscina dal fondo di vetro offre le viste più spettacolari

Se sei un nuotatore che non teme le altezze, ecco una destinazione piena di avventura che potrebbe essere perfetta per te! Stiamo parlando di un nuovo edificio residenziale di 40 piani a Honolulu, a Oahu, che dispone di una piscina sospesa a 23 metri nell’aria! Sì, è giusto! La piscina che induce vertigine si estende dal settimo piano del complesso “Anaha” ed è l’ideale per coloro che desiderano avventurarsi mentre nuotano nelle acque!

Progettato dallo studio di Chicago Solomon Cordwell Buenz (SCB) in collaborazione con la ditta locale Benjamin Woo Architects, la piscina è a sbalzo da 23 metri dal suolo e presenta una base trasparente che può essere vista da entrambi i lati e il fondo. Surfacedesign, con sede a San Francisco, è stata responsabile della progettazione del paesaggio, comprese le strutture per il nuoto della piscina unica nel suo genere, che fornisce una rotazione perfetta per la sessione di nuoto regolare.

L’edificio residenziale presenta inoltre spazi pubblici disegnati ad arte, negozi, ristoranti e luoghi di intrattenimento al suo interno. Comprende anche il rivestimento in vetro verde-blu, scelto per imitare i colori del vicino Oceano Pacifico insieme a una pila di volumi con pareti curve, sfalsate l’una dall’altra per assomigliare a delle onde, che si elevano fino a 120 metri di altezza. Bene, se non c’è niente, ecco un altro motivo per visitare le Hawaii al più presto!

POMMELLA NAPOLI

Trovare un buon paio di pantaloni non è un’impresa facile. Inchiodare il santo graal di taglio, taglie e stile è uno sforzo tale che quando alla fine trovi la coppia dei tuoi sogni, non vorrai mai indossare altro. Almeno questo è il caso di Pommella Napoli, un marchio i cui pantaloni sono garantiti da desiderare – anzi, è necessario – fare scorta, tale è il suo impegno nella realizzazione di pantaloni di alta qualità, aderenti e assolutamente indossabili.  

Fondato solo due anni fa, il marchio nasce da un’idea del regista Gianluca Migliarotti – un devoto del classico stile maschile con una particolare passione per la sartoria su misura – e Lino Pommella, nato a Napoli, un artigiano per il quale la sartoria scorre nel sangue. All’età di 13 anni, Pommella ha iniziato a studiare l’arte della fabbricazione di pantaloni da suo padre, un sarto locale specializzato in tecniche tradizionali. Ha continuato a lavorare per un decennio come capo taglia pantaloni per il stimato impero sartoriale napoletano che è Rubinacci, dove ha sviluppato l’esperienza e la fiducia necessarie per saltare la nave e lanciare la sua etichetta omonima. 

Nonostante la relativa giovinezza di Pommella Napoli rispetto a molte delle sue affermate controparti sartoriali napoletane, il marchio si è già guadagnato una reputazione per la produzione di alcuni dei migliori pantaloni da uomo. Rafforzato da oltre 50 anni di esperienza nella produzione di capi su misura, c’è un chiaro rispetto per la costruzione e i dettagli, ogni coppia realizzata alla perfezione secondo il classico stile napoletano. I capi prêt-à-porter di Pommella sono adattati allo stesso standard delle sue coppie su misura, con caratteristiche di ignizione tra cui un taglio sottile, una gamba leggermente affusolata, pieghe pulite e dettagli fatti a mano come asole cucite a mano e puntine da bar. Tessuti lussuosi e estremamente confortevoli dei migliori mulini d’Europa tra cui Vengono utilizzati Fox Brothers, Vitale Barberis Canonico, Loro Piana e Drapers , con rivestimento in tessuto Thomas Mason. 

Per l’estate, l’etichetta ha esteso la sua esperienza sartoriale per includere pantaloncini eleganti perfetti per le calde giornate trascorse in città o in spiaggia. Seersucker in cotone a righe in blu, bianco e rosso rendono il vestito caldo e versatile: abbinalo a una t-shirt in cotone morbido e sneaker in pelle per un effetto casual o camicia e mocassini con colletto per affari più formali. 

In definitiva, ciò che rende Pommella così desiderabile è che i suoi pantaloni colpiscono quel punto dolce tra lusso e vestibilità. Incarnando l’eleganza senza tempo e la raffinatezza sobria, questi sono pezzi che vorrai indossare più e più volte. E con un’attenzione così attenta ai dettagli e una costruzione di alta qualità, puoi fare proprio questo.  

MODA A NOLEGGIO, TWINSET APRIPISTA IN ITALIA

Il nome della capsule è ispirato da un vecchio motivo della fine anni ’70 ‘Please Don’t Go’, ma il miraggio da conquistare sono i giovani della generazione Zeta, quelli abituati allo streaming on demand, allo sharing, al rental. Twinset, l’azienda di Carpi, nel modenese, ha deciso di tentare il business del noleggio nel mondo del fashion.

Da settembre sarà disponibile ‘Pleasedontbuy’ una collezione progettata, creata e prodotta interamente Made in Italy, e destinata esclusivamente al noleggio.

Abiti di tulle e volant, seta e cachemire, impreziositi da dettagli lussuosi, da cerimonia, matrimoni, eventi particolari che, se acquistati, costerebbero dai 900 ai 3000 euro, potranno essere ‘affittati’ ad un prezzo variabile dato 40 ai 90 euro, per alcuni giorni. “Mi piaceva anche il concetto di educare un po’ i giovani, che non possono permetterselo, alla qualità – ha detto Alessandro Varisco, ceo di Twinset – Lo so che ci sono già dei servizi di noleggio abiti, ma sono multibrand che comprano a stock, dopo che il prodotto è già stato nel boutique o negli outlet. La squadra di stilisti creerà invece la collezione solo a questo scopo, saremo il primo brand a fare questo, controllando tutto, dall’acquisto del tessuto al noleggio”.

Inizialmente saranno 21 modelli, con 3 o 4 colori diversi, dalla taglia 38 alla 48, aggiornati in modo da andare incontro alle esigenze della moda e della cliente. Da settembre avranno il loro spazio ‘Pleasedontbuy’ due punti vendita a Roma, due a Milano, uno a Firenze, Verona, Bari, e nel corner dell’Orio Center vicino Bergamo. Da gennaio il progetto si allargherà su altre città, sul web (“il futuro dello shopping”) e all’estero.

“E’ anche un servizio eco friendly – ha aggiunto il ceo – senza consumismo ma riutilizzabile”. La generazione che Twinset intende attirare è quella delle giovani sotto i 25 anni, che al momento rappresenta solo il 5% della clientela della griffe (“voglio stimolare l’azienda a parlare un linguaggio più contemporaneo”). Ma ci saranno modelli anche per donne più adulte. Il fashion rent targato Twinset prevede anche il servizio di assicurazione, sartoria e di lavaggio.

“Il mio sogno, se questa cosa prende piede, è di andare da tutti i grandi nomi e convincerli a fare una capsule così – ha concluso Varisco – noi metteremo a disposizione la nostra filiera”.

Il nuovo prodotto per la cura della pelle di Marc Jacobs

La progressione dai prodotti chimici carichi a quelli più naturali è già iniziata e il più recente su questo carrozzone è nientemeno che Marc Jacobs L’iconico marchio di moda è pronto per fare la sua incursione nel mondo della cura della pelle con la nuovissima Crema Idratante per Retexturizing Youthquake Hydra-Full. Per essere una “crema idratante multitasking”, la crema al gel è caricata con enzimi naturali.

Alimentato da enzimi di ananas, la crema Youthquake sembra fornire un’idratazione profonda e funziona perfettamente per aumentare la luminosità. È fatto con il 54% di acqua ananas enzimatica e il 5% di ialuronato di sodio incapsulato, ingredienti che promettono di fornire un’idratazione duratura fino a 24 ore. Oltre ad essere infuso con la bontà tropicale di ananas, il gel viene fornito anche con l’essenza di estratti ricchi di carambole e di dracene.

Il prodotto è privo di parabeni, ftalati, SLS, solfati, formaldeide, olio minerale e altri ingredienti controversi e si dice che sia l’ideale per pelli da normali a secche. The Youthquake Gel di Marc Jacobs è già stato utilizzato da Lady Gaga al Met Gala ed è in vendita al prezzo di € 60.00 

Può essere acquistato online su marcjacobsbeauty.com.