Lago, 40 milioni nel 2019 e nuovo format di negozio

Uno spazio di 250 metri quadri all’ombra del bosco verticale è il nuovo progetto che parla di un marchio maturo e forte.

È una Lago adulta, coerente e con un ruolo progettuale e commerciale molto ben definito quella che viene rappresentata dal nuovo flagship store di Milano Porta Nuova, inaugurato ieri, 21 novembre, in via Galileo Galilei. Uno spazio commerciale che traduce in modo molto chiaro la grande evoluzione dell’azienda negli ultimi 14 anni, con un fatturato che oggi è vicino a 40 milioni di euro.

Visionario, giovane, carismatico, Daniele Lago è l’imprenditore dietro alla storia di successo di Lago Arredamenti, e con la curiosità infinita di un bambino che esplora di continuo nuove strade, con una strategia di comunicazione, di prodotto, di vendita totalmente innovativa nel proprio settore e un business model che si evolve di continuo,

“Il nostro focus”, conferma Daniele Lago, CEO e presidente del marchio veneto, “è lo sviluppo di una strategia commerciale che alterna in modo fluido on line e off line, con un catalogo che integra  pezzi da acquisto immediato a veri e propri alfabeti progettuali e di stile”.

Le collezioni su cui scommette questo primo layout del negozio sono quelle presentate al Salone del Mobile degli ultimi due anni. “Abbiamo investito molto, sia commercialmente che dal punto di vista progettuale, sui prodotti che declinano la tecnologia XGlass, digital print su vetro con legno, tessuto e metallo. E naturalmente continuiamo a concentrarci sulla proposta della configurazione personalizzata on line”.

Questo nuovo flagship store, secondo Daniele Lago, è il prototipo di quelli che verranno in futuro, sia in Italia che all’estero. Uno spazio progettato direttamente in azienda e sviluppato con partner locali. Duecentocinquanta metri quadri in una zona di Milano in grande fermento architettonico e urbanistico.  “Anche questo store diventerà uno spazio culturale: credo che sia inevitabile”, conclude Lago. “E’ la nostra cifra da sempre ed è anche una delle principali caratteristiche della nostra identità: il design del quotidiano, uno stile versatile e ancora un po’ dissacratore, il bisogno di fare molta ricerca con un intento esplorativo.

È così che siamo cresciuti e che abbiamo raccolto i risultati che oggi ci consentono di fare progetti commerciali ambiziosi con una buona dose di ottimismo.” Un periodo di conferme e di nuovi slanci, in cui ancora una volta per il marchio veneto la strategia di un’integrazione fluida fra tangibile e intangibile è il segno di una gestione che si adegua al mercato contemporaneo.

STORE DELLA SETTIMANA: Cotton Club Monza

A pochi passi dal Duomo ci sono due negozi gemelli, uno in via Napoleone e l’altro in via Lambro, gestiti dal 1984 dalla famiglia Sangalli. Entrare qui dentro è un viaggio nell’innovazione e nel design. Le strutture sono lineari, segmentate di acciaio, pulite e fanno da contraltare con l’ambiente storico e antico che le circonda. Curve sinuose, ambiente minimal, colonne portanti e luci che illuminano e evidenziano. È questo l’ambiente pensato per accogliere le griffe internazionali di Cotton Club. Due negozi che dentro hanno una storia decennale.

I fondatori, Giovanni “Gianni” Sangalli e Luisa Gatti, entrambi 64enni, hanno deciso di tentare l’avventura commerciale ai primi anni Ottanta. Lui era grafico pubblicitario, lei lavorava da commessa per un grande magazzino. “Ma le occupazioni ci andavano strette e avevamo voglia di tentare l’avventura in proprio”, racconta Giovanni. “E così abbiamo deciso di aprire il primo negozio”. Il gusto estetico e la capacità relazionale dei due si sono uniti e dalla commistione ne è nato un punto di vendita tanto efficace da non bastare più a sé stesso. “Dopo qualche anno abbiamo deciso di raddoppiare”, spiega ancora Giovanni. “Due negozi da ottanta, cento metri quadri. Uno per la donna e uno per l’uomo, per dare spazio e respiro ai nostri abiti”. Nonostante la crisi, nonostante la concorrenza, nonostante tutto nel corso degli anni il business famigliare è cresciuto.

Anche perché a dare una mano c’era pure Manuel, oggi 42enne, il figlio della coppia. Che poco a poco si è specializzato nell’acquisto di griffe internazionali e nella ricerca, da vero talent scout della stoffa, di nuovi creativi e nuovi produttori in tutto il mondo.

“Viaggia in continuazione tra Parigi e Milano, i due centri della moda”, spiega orgoglioso il padre. “Ormai seleziona lui i nostri prodotti. E spesso anticipiamo le mode, investendo su creativi, che qui all’inizio nessuno conosce”. Per farvi un’idea di cosa possa voler dire, provate a dare un occhio al loro sito http://www.cottonclubshop.com. E provate a contare: i loro designer per uomo sono 60, quelli per donna 80. In tutto, 140 griffe diverse da provare, capire, studiare, amare. E dentro ognuna di queste griffe c’è un concetto, un’idea estetica di donna o di uomo inimitabile.

Ecco, provate a cliccare un po’ ancora sul sito, e così non vi stupirete quando vi diremo che, oggi, metà del fatturato dell’azienda proviene dall’estero, grazie all’e-commerce. “Abbiamo uno staff di cinque persone che ci segue”, prosegue Giovanni. “Ma lo stupore maggiore è che i grandi affari li stiamo facendo con la Cina. Comprano on line sempre, e spendono. Sanno che da noi c’è qualità, sanno che la selezione degli abiti nella nostra boutique è preziosa e raffinata. Così siamo riusciti ad uscire dalla crisi, aumentando il fatturato. E ora mi scusi, ma sta entrando un cliente”. Ci giriamo, e tra le perfette linee del negozio appare una donna, cinese. “Che le dicevo? Ci conoscono ovunque”.

Suite della settimana – Fuga suite duplex sul mare a Cheval Blanc St-Tropez

Questo luogo si qualifica per essere una delle migliori destinazioni per una vacanza e, sicuramente non possiamo dirti che questo luogo è tra i primi 5 o anche i primi 10 al mondo, ma possiamo aiutarti a fare scelte piene di esperienze di lusso e ineguagliabili e luoghi in cui puoi solo avere il migliore confort. 

Uno di questi posti è Cheval Blanc Saint Tropez, mantenendo intatto lo spirito del Mediterraneo, sono gli interni progettati, costruiti con elementi naturali come legno e pietra, l’uso intelligente del blu conferisce un’atmosfera nautica all’intero ambiente. 

La suite in cui dovresti alloggiare è The Duplex Sea Suite, progettata da Jean Michel Wilmotte. Comprende non una ma una doppia dose di eleganza con due piani spettacolari. Una terrazza privata con vista sulla baia di Saint-Tropez può essere la tua zona preferita della suite e anche quella in cui trascorri la maggior parte del tempo con la persona amata. Parliamo dell’ultimo piano molto sfarzoso che rende omaggio all’artista Roger Capron. Gli ospiti saranno sicuramente affascinati da questa camera da letto piena di luce che ospita doppi spogliatoi e un fantastico bagno.

Ci sono molte cose da apprezzare non solo visivamente ma anche gastronomicamente. Il tuo amore per il cibo quadruplicherà al Cheval Blanc St-Tropez, per la cucina dello chef Arnaud Donckele, onorato con tre stelle dalla Michelin ti colpirà. I buongustai avranno a disposizione una varietà di piatti ricchi di ingredienti locali di stagione e prodotti creati da chi ha una passione per la qualità. Prima di partire, esci dalla tua incantevole suite ed entra nella Spa Cheval Blanc di Guerlain, un paradiso assolutamente tranquillo e spazioso, dedicato al benessere e al relax.

Tariffa: € 1950 a notte
Occupazione: 3 persone

Dove: Cheval Blanc Saint-Tropez
Plage de la Bouillabaisse
83990 Saint-Tropez, Francia
Telefono: +33 4 94 55 91 00





Rosewood Hong Kong ha aperto un rifugio benessere urbano di 3700 mq.

Il benessere sono oggi la massima priorità di tutti, tutti ai nostri giorni, la routine ruotano attorno al concetto di benessere. Fin dal primo momento, ci svegliamo, ciò che mettiamo nei nostri corpi ai nostri regimi di fitness è tutto mirato a un obiettivo. Ma quanti di noi possono mantenere intatta questa routine quando abbiamo bisogno di una pausa dal lavoro? Uno di questi luoghi in cui la tua salute è di fondamentale importanza è Asaya, uno spettacolare rifugio di benessere urbano a Hong Kong. 

Rosewood Hotels and Resorts ha lanciato il suo concetto di destinazione benessere Asaya nell’hotel a 27 piani Rosewood Hong Kong, progettato dall’interior designer newyorkese Tony Chi.

Lo spazio di 3.716 Mq. si estende su due piani e comprende piscine private di idroterapia in marmo con vista sul porto, esperienze di vapore, sauna, doccia con getto di ghiaccio e laconio tutti sono stati progettati, forniti e installati da specialisti della zona umida, Barr + Wray.

Originariamente lanciato a Rosewood Phuket, il concetto di benessere Asaya si basa su cinque pilastri: equilibrio emotivo, fitness e nutrizione, terapie fisiche, salute della pelle e comunità.

I trattamenti vengono effettuati in sette suite private Sanctuary urbane, ognuna con un bagno in marmo riscaldato, vasca da bagno e doccia a pioggia sensoriale che conducono a un giardino privato per il relax pre e post trattamento.

In alternativa, gli ospiti possono ricevere trattamenti nei due Asaya Lodges, progettati per coloro che partecipano a programmi all-inclusive. Le casette possono ospitare sia trattamenti singoli che doppi.

La destinazione comprende anche una Tranquility Lounge di 107 mq, con le sue sale di consultazione, che offre tecnologia per facilitare la meditazione autoguidata e le terapie del sonno sia prima che dopo il trattamento.

Tre strutture benessere extra sono state progettate per gli ospiti per personalizzare i prodotti: l’Asaya Aroma, Tonic e Beauty Ateliers.

Nell’atelier Tonic, sali, argille e fanghi sono miscelati con erbe fresche per creare scrub personalizzati per gli ospiti per i loro rituali di balneazione personalizzati nelle Urban Sanctuary Suites.

Nell’aroma Atelier in stile farmacia, gli aroma terapeuti stimolano gli ospiti, indirizzandoli a soluzioni guidate dall’aromaterapia e aiutandoli a creare intrugli personalizzati utilizzando oli del marchio inglese per la cura della pelle vegana Votary e il marchio francese Maison Caulières.

Beauty Atelier commercializza marchi come Votary, i marchi statunitensi di skincare Sunday Riley e OA ed EviDenS de Beauté – una casa di prodotti che fonde la cura della pelle francese e giapponese. È inoltre presente la tecnologia 3-D Skin Analysis per fornire informazioni sulla struttura della pelle degli ospiti, sugli effetti dell’invecchiamento e sui danni del sole.

L’offerta benessere di Asaya Hong Kong si estende anche ai programmi mirati, che combinano terapie tradizionali e alternative per curare, curare e ispirare, come la consulenza per la crescita personale e schemi alimentari sani.

I servizi aggiuntivi includono una palestra attrezzata Technogym, un parrucchiere e un salone di bellezza, uno spazio sociale e un concetto di ristorazione  la cucina Asaya  che serve una cucina attenta alla salute ispirata alle influenze giapponesi e mediterranee.

Ad oggi esistono due destinazioni benessere Asaya ma il gruppo Rosewood sta sviluppando altri 11 siti in tutto il mondo.

Dove: Palissandro Hong Kong
Palissandro Hong Kong No18, Salisbury Rd,
Tsim Sha Tsui, Hong Kong
Telefono: +852 3891 8888









VERY RALPH, RITRATTO DI RALPH LAUREN, EMBLEMA DEL FASHION USA

60 anni di carriera del primo stilista che ha reso eleganti gli abiti di tutti i giorni

Ralph Lauren è l’emblema del fashion americano in tutto il mondo. Ora alla vigilia di 60 anni di attività, riflette sul suo viaggio da quando era un giovane ragazzo del Bronx che non sapeva cosa fosse uno stilista, fino a diventare l’amato stilista. Very Ralph è il documentario che lo racconta: sabato 16 novembre è in prima visione su Sky Arte il documentario Hbo sullo stilista, presentato al Met di New York a fine ottobre e in anteprima italiana alla Festa del Cinema di Roma. Nel film Lauren condivide alcuni aspetti inediti della sua vita e del suo lavoro e ricorda durante diverse interviste, la sua infanzia, i suoi cinquant’anni di matrimonio, gli albori della sua società di moda, le sue reazioni alle critiche, le sue creative campagne pubblicitarie e la sua visione pioneristica della moda.

Ralph Lauren è stato infatti il primo stilista a creare una linea completa dedicata alla vita di tutti i giorni e a portarla nelle case; uno dei primi a sapersi contraddistinguere nel mondo della moda e in quello della pubblicità e infine il primo stilista ad aver creato delle catene di abbigliamento all’avanguardia capaci di trasformare l’esperienza stessa dello shopping.

Prodotto e diretto da Susan Lacy, vincitrice di Emmy e produttrice di titoli come Jane Fonda in Five Acts e Spielberg, Very Ralph cerca di raccontare l’uomo che si cela dietro l’icona della moda e uno dei più grandi brand di successo nella storia della fashion industry. Con un’innata abilità di convertire i suoi sogni in realtà, Ralph Lauren ha trasformato le sue aspirazioni in un impero mondiale e multimilionario, diventando la prova vivente dell’ottimismo americano e dell’American Dream.

Per più di cinquant’anni egli ha celebrato l’iconografia dell’America ridefinendone lo stile, traducendo la sua visione e la sua ispirazione in uno dei brand più conosciuti al mondo. Nel film c’è una full immersion nell’archivio del marchio, con interviste alla sua famiglia, ai colleghi di vecchia data e agli esponenti più influenti del fashion biz come Anna Wintour, Karl Lagerfeld, André Leon Talley, Hillary Clinton, Jason Wu, Naomi Campbell, Martha Stewart, Calvin Klein, Diane von Furstenberg, Tyson Beckford, Tina Brown, Jessica Chastain, Vanessa Friedman e Paul Goldberger.

Eledor: un inno alla friendship

Cosa hanno in comune Elena Dorella di Eledor Borse? Una passione per l’artigianato e la qualità. Questi due elementi si sono incontrati in una capsule collection composta da eleganti borse in pelle e, usando un occhio per i dettagli come siamo abituati noi di Ingredienti Magazine.

Qualsiasi sia la definizione che ne vogliamo dare, la borsa è la fedele compagna della donna moderna, che nasconde al suo interno un intero ufficio di oggetti smarriti e poi ritrovati: dal mazzo di chiavi che aprono porte che non ricordiamo nemmeno più di aver chiuso a interi beauty case che permetterebbero di presentarsi, all’ora di cena, perfette.

Creatività, Artigianalità e Contemporaneità, queste sono le caratteristiche che per noi rispecchiano il “Made in Italy”, ci dice Elena di Eledor,in aggiunta il processo stesso di creazione delle nostre collezioni, partendo da materie prime eccellenti, rispecchia tutta la tradizione artigianale, l’arte del bello e l’attenzione al dettaglio che fa la differenza in tutte le cose ben fatte.

“La collezione è intrisa di design italiano con un look che si esprime in modo interessante. Mi piace la loro praticità tanto quanto l’estetica. È bello realizzare borse che siano desiderabili ma siano anche funzionali.” 

La collezione Eledor è disponibile nei negozi, dove?

  • Videolook – Padova
  • Vanda Boutique – Riva del Garda
  • Rosy Boutique – Desenzano del Garda
  • Eternity Store – Piove di Sacco
  • Camomilla – Albignasego
  • Porticò – Merano
  • First – Villafranca Veronese



IL GARAGE SI TRASFORMA, DIVENTA UN’OASI DI LUSSO

Il garage diventa un’oasi di lusso, si reinventa in maniera originale, unica. La casa lo ingloba rendendolo parte integrante e connotandolo come area ancora più appartata, un’intima area di relax razionale e intelligente, perfettamente integrata all’interno della propria casa senza perdere la vera essenza del garage, ovvero l’auto o la moto parcheggiate al suo interno. E’ la Design Box per abitazioni di lusso e spaziose quella che ripensa il concetto di garage.

L’azienda vicentina Ad Dal Pozzo ha lanciato a EICMA 2019 – l’Esposizione internazionale del ciclo e del motociclo tenutasi a Rho Fiera Milano – un servizio di progettazione e ideazione di garage di lusso. Nato dalla partnership con 3D Beta, new-co del Gruppo Beta Utensili SpA dedicata all’architettura dell’officina moderna, Design Box punta a trasformare il garage in una zona dedicata alle proprie passioni e ai momenti di svago dove auto e moto sono al centro di uno spazio personalizzato.

UN’OASI DI LUSSO, FRA INNOVAZIONE E LIFESTYLE

Il garage si trasforma in un autentico mini appartamento da sfruttare in svariate occasioni e in cui creare un’area di relax intima e nascosta. Con Design Box è possibile inserire ad esempio un accogliente angolo bar, dotato di mobile e sgabelli dove sorseggiare un drink, chiacchierando sulle ultime novità nel campo dei motori o concedersi una zona relax dotata di tutti i comfort: divani in pelle, sistema audio surround, cantinetta vini, sufficienti per sentirsi nel garage dei propri sogni.

ALCUNI ESEMPI SORPRENDENTI PER ARREDARE IL GARAGE

Le soluzioni possono essere innumerevoli e possono declinarsi in tantissimi modi diversi, giungendo a soluzioni incredibili che cambiano totalmente il concetto di garage arrivando a creare spazi lussuosi ed elitari.

Il salottino. Bastano un divano, una poltrona e un piccolo mobile per rendere il garage un salottino ospitale.

Il piccolo box arredato. Se il box auto è piccolo arredarlo con tutti i confort lo renderà il garage dei sogni.

La relax room. Una sala in cui rilassarsi, magari con una vasca idromassaggio.

La taverna. Il sogno più comune, un luogo in cui rifugiarsi.
L’officina privata. Un’officina in casa per gli amanti dei motori dove prendersi cura del proprio bolide.

Lo sky garage. In città come Dubai, Melbourne e Singapore, sempre più spesso la scelta è lo “sky garage”. Un ascensore porta le auto direttamente dentro casa.

Un sontuoso viaggio aereo di lusso! Un lusso deve avere?

Come uno yacht di lusso e un iPhone incrostato d’oro, i viaggi aerei di lusso definiscono l’opulenza. Qui, il tuo duro lavoro viene premiato in quanto puoi evitare problemi di volo, mantenere il tuo mondo esclusivo e goderti i migliori servizi.

Ci sono ragioni pratiche per volare con jet privato. Circa trentamila voli vengono cancellati al mese e oltre mezzo milione in ritardo in tutto il mondo e, questo può togliere il desiderio a qualsiasi viaggio, indipendentemente dalla destinazione.

Il noleggio del proprio aereo rimuove l’inconformità del volo, hai il meglio del meglio nel cielo ed è tutto tuo.

Noleggiare il proprio jet
Noleggiare un jet non potrebbe essere più semplice grazie a JetApp , un’app dinamica progettata per questo scopo. Ti consente di prenotare un volo dal palmo della tua mano. Quando noleggi un volo, puoi raggiungere luoghi che le compagnie aeree commerciali non possono raggiungere. Questo mette più mondo a portata di mano. È anche significativamente più conveniente. Decollare da piste di atterraggio più piccole che possono essere un’ottima opzione se si vola internamente o su un volo a corto raggio.

Noleggiare il tuo jet porta anche:

Ottimo cibo – Un volo charter degno del suo genere arriva con chef eccellenti che preparano un menu secondo le tue specifiche.
Vola direttamente – La vita è troppo breve per i trasferimenti e il tempo è denaro.
Spazio: il tuo aereo sarà come un ufficio o un salotto nel cielo. Avrai spazio per lavorare o la stanza per rilassarti. Eccellente equipaggio di cabina– Sarai curato dal momento in cui decollerai al momento in cui atterrerai. Check-in e sicurezza– Questo accade così in fretta che sembrerà di arrivare all’aeroporto e di salire sull’aereo. Nessuna attesa o ritardi prolungati. Volate al vostro programma–Non è necessario piegare il programma per vedere a che ora arrivano e partono gli aerei. Definisci il programma. Funziona secondo i tuoi desideri.

Sono disponibili altre opzioni in cui puoi decidere come raggiungere l’aeroporto. Ciò include limousine con autista o viaggio in elicottero. Le scelte sono tue e puoi personalizzare ogni volo.

Affari e piacere
Sia che viaggiate per affari o per piacere, noleggiare un aereo è il lusso che deve avere un’opzione. Tu e i tuoi team potete lavorare come se foste in un ufficio, arrivi rinfrescato, ringiovanito e pronto a fare gli affari. Non arriverai mai stanco, in ritardo e bisognoso di una doccia e di un pò di riposo.

Se stai volando per piacere, ben arrivi al tuo hotel pronto per esplorare, piuttosto che avere il mal di testa nel superare la dogana e la raccolta dei bagagli, il tuo servizio prioritario ti vedrà sfrecciare verso il tuo hotel o villa. 

Puoi noleggiare un jet per qualsiasi tipo di volo ti venga in mente. Ciò include visite guidate su uno splendido paesaggio, fino alle soste in città in cui il tuo aereo ti porterà in giro per il mondo, permettendoti di visitare città per città.

Le opzioni sono infinite. Le opzioni sono tue.

Van Gogh, Monet e Degas sbarcano in Italia: la suggestiva mostra a Padova

Van Gogh, Monet e Degas sbarcano a Padova. Dal 26 ottobre prossimo la città ospiterà l’attesa mostra “The Mellon Collection of French Art from the Virginia Museum of Fine Arts”.

Circa 70 tele potranno essere ammirate a Palazzo Zabarella. Le opere appartengono alla collezione privata che Paul e Rachel ‘Bunny’ Lambert Mellon donarono in eredità al Virginia Museum of Fine Arts.

La mostra celebra due tra i più importanti e raffinati mecenati del XX secolo ma porterà in esclusiva in Italia oltre 70 capolavori di Edgar Degas, Eugène Delacroix, Claude Monet, Pablo Picasso e Vincent van Gogh.

Organizzata dal Virginia Museum of Fine Arts, la mostra aprirà i battenti il 26 ottobre 2019 e sarà visitabile fino al 1° marzo 2020.

Le opere coprono un arco cronologico che va dalla metà dell’Ottocento fino all’Impressionismo. La mostra si apre con Mounted Jockey (Fantino a cavallo) di Théodore Géricault e Young Woman Watering a Shrub (Giovane donna che annaffia un arbusto) di Berthe Morisot.

Non mancano altri capolavori di Géricault con una serie di opere a soggetto equestre, tra cui anche i ritratti di cavalli di Eugène Delacroix e scene di competizioni ippiche di Degas. Del maestro francese saranno esposte anche quattro sculture.

Alfred Sisley, Vincent van Gogh, Henri Fantin-Latour, Odilon Redon saranno presenti con diversi quadri di natura morta, mentre per i quadri di figura umana e di ritratto sarà possibile ammirare dipinti di Courbet, Degas, Monet, Renoir, Cézanne e altri.

Il percorso espositivo trascina il visitatore anche nella campagna francese per ammirare opere come Field of Poppies, Giverny (Campo di papaveri, Giverny) di Claude Monet, e altre tele di piccole dimensioni di Georges Seurat, Kees van Dongen e Vincent van Gogh.

Fiore all’occhiello anche una raffinata selezione di opere impressioniste, con due paesaggi di Monet, un ritratto di Renoir e una delle famose ballerine di Degas.

Informazioni e biglietti

La mostra“Van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art from the Virginia Museum of Fine Arts” sarà allestita, come anticipato, a Palazzo Zabarella, in via degli Zabarella 14 e sarà aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.

Aperture straordinarie: Venerdì 1° novembre 2019, Domenica 8 dicembre 2019, Giovedì 26 dicembre 2019, Mercoledì 1° gennaio 2020, Lunedì 6 gennaio 2020, dalle 9.30 alle 19.00. Martedì 24 dicembre 2019 e martedì 31 dicembre 2019, dalle 9.30 alle 17.00.

Il costo dei biglietti è di 13€ per quello intero, 11€ per il ridotto (Over 65, dai 18 ai 25 anni compiuti, persone diversamente abili o con invalidità, membri del FAI, membri del Touring Club Italia, titolari di convenzioni).

Hand Picked: il luxury denim italiano

Ricerca e attenzione ai materiali come chiave del successo

Gusto sartoriale, materiali di altissima qualità, dettagli preziosi e rispetto dell’ambiente. È questo il segreto del successo di HAND PICKED, il marchio di luxury denim di proprietà del Gruppo Giada (licenziatario di Jacob Cohën, Karl Lageferld Denim, Vilebrequin) fondato da Franco Catania, che propone un’estetica moderna e sofisticata che fonde abilità sartoriali e passioni creative. Ispirata dai colori, profumi e texture di una preziosa foglia scura della foresta amazzonica, la linea HAND PICKED asseconda i concetti di materia eccelsa, millesimato, deep selection.

E lo fa attraverso la ricerca attenta dei materiali, nella cura maniacale dei tagli e dei dettagli, e nelle lavorazioni. Il risultato? Una collezione portabilissima, raffinata, dalle linee fresche ed essenziali, in cui colori minimal si fondono nella natura, utilizzando cotone biologico, ecosostenibile e raccolto a mano, tessuti preziosi, tutti perfezionati da tagli e dettagli sartoriali come nella collezione primavera/estate 2020 presentata in anteprima a Taormina durante l’evento “Hand Picked outshines in Taormina”.

Il guardaroba della prossima estate è interamente declinato nei colori della natura: dal rosso all’arancio del tramonto, dal blu intenso del mare al bianco, dal marrone al verde della savana alle sfumature sabbia. 140 capi, tutti rigorosamente confezionati in Italia, dal taglio alla cucitura, che comprendono gli iconici cinque tasche (modello di punta della collezione) proposti in denim giapponese, con fibra ecologica o in tessuti dalle fantasie multicolor, che si arricchiscono di nuovi modelli chino.

E poi ancora i bermuda, perfetti per la stagione calda, da indossare sotto camicie, maglie, polo e T-shirt, e anche giacche urban tailoring per uno stile più sofisticato ma sempre rilassato.