Il bello di andare in montagna d’estate

Fare trekking, immergersi nella natura per un bagno di energia, disconnettere e rimettersi in sintonia con se stessi.

Di solito si va in montagna da piccoli, poi la si tradisce per il mare durante la fase teenager, e la si ricomincia ad amare verso i 30 anni. Se d’estate il mare è il luogo più immediato a cui pensare, la montagna, da vera donna, è più esigente e ha occhi solo per chi la sa apprezzare davvero.

Noi siamo stati a Livigno per una due giorni di attività outdoor e abbiamo provato e apprezzato il senso di benessere e di equilibrio che trasmette lo stare in mezzo alla natura. Una experience organizzata da Scarpa lo storico brand di Asolo specializzato in calzature da montagna, guidato dalla famiglia Parisotto.

E dove, in un mondo al maschile, si è fatta strada Cristina, la più giovane dei tre fratelli, ma con la tempra e il senso creativo di chi, da donna a donna, la montagna la capisce davvero. Proprio per questo, con le ultime collezioni della linea di approach, adatta per il trekking su sentieri, e di trail running, ha voluto puntare sul lato più femminile della montagna. Grazie a modelli che nei colori ma soprattutto nella realizzazione sono studiati per assecondare le esigenze delle donne e facilitarne il comfort.

Noi quest’estate scegliamo la montagna perché:

 – Praticare attività outdoor stimola le endorfine e fa sentire meno il senso della fatica. Muoversi in mezzo alla natura cambia in positivo la percezione di cosa vuol dire fare uno sforzo fisico.

– Perché non esiste solo la montagna dei grandi alpinisti. Esiste anche la versione slow: quella del trekking leggero, che permette di godersi il paesaggio, rilassarsi, e ascoltare i suoni della natura.

– Perché elimina lo stress. Secondo alcuni studi, il contatto con la vegetazione del bosco abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, rilassa, riduce l’ansia, e stimola persino la creatività. I benefici si devono all‘ossigenazione che si ottiene camminando immersi nella vegetazione: è come fare un bagno di energia.

– Per rimettersi in equilibrio con se stessi. Godesi la montagna significa rimettersi in connessione col proprio io. Fare trekking dà la possibilità di ascoltarsi durante il percorso. È una alternativa alla meditazione per rigenerarsi e disconnettere.

– Perché si mangia bene e sano. È un luogo comune che la montagna stimola l’appetito. Ma non potrebbe essere altrimenti vista la bontà dei piatti tipici preparata con ingredienti locali a chilometro zero.

– Perché dà un senso di soddisfazione. La montagna è più selettiva e come una donna, va conquistata. Ma dà un senso di soddisfazione totalizzante.

Novità 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...