“La creativita’, vuole coraggio”.

Pennelli, tempera e tavolozza non sono gli unici strumenti che permettono di fare arte. Giulia Varotto ne è la dimostrazione: la floral designer di Teolo riesce infatti a utilizzare fiori e non solo per creare delle composizioni che lasciano tutti a bocca aperta.

Abbiamo avuto l’occasione di scambiare quattro chiacchiere con Giulia una fiorista tutta padovana per farci raccontare come nasce il suo business Rosa Rosae e tanto altro ancora.

Quando nasce la tua passione per i fiori?

La mia passione per i fiori nasce praticamente da sempre, dopo 11 anni di lavoro come dipendente, desideravo ardentemente di aprire qualcosa di mio, nel Settembre 2018 ci sono riuscita.

Cosa vuol dire per te essere una Flower Designer?

Essere una flower designer vuol dire riuscire a costruire una sorta di scenografia, da un singolo prodotto ad un evento, creando qualcosa che regali emozioni e sensazioni curando ogni singolo dettaglio.

Qual è il tuo stile?

Non lo descriverei perchè muta continuamente, amo il rispetto delle composizioni nella percezione più naturale. Però sono felice quando mi dicono di riconoscere un mio lavoro semplicemente da una foto e, questo mi lusinga molto.

Il tuo cavallo di battaglia?

Le mie cappelliere, sono un oggetto molto raffinato.

Come tieni la tua creatività sempre allenata? C’è qualcosa o qualcuno da cui prendi ispirazione?

Prendo ispirazione dalla bellezza della natura che si dimostra in maniera diversa per ogni stagione. C’è tanta abbondanza, così tante varietà di fiori in tutti il mondo che mantenere viva la mia creatività è abbastanza facile. Mi piace anche inserire all’interno delle mie composizioni degli elementi inaspettati, inoltre sono grata al mio maestro Luigi Modolo.

Quali gli obiettivi finora raggiunti?

Sono molto felice di quello che ho messo in piedi da sola. Per il prossimo futuro mi piacerebbe raggiungere un obiettivo nobile, che il mio logo Rosae Rosa rappresenti coerentemente i miei valori, facendolo diventare un brand impegnandomi per costruire qualcosa che possa essere unico e funzionale. La gente non acquista da un negozio perché è leader, acquista perché ha un prodotto migliore, in nessuna indagine di mercato le persone hanno mai detto “acquisto questo prodotto perché l’azienda è leader del settore”.

Il tuo rapporto con il mondo di internet e i social?

Internet, social network e smartphone, stanno cambiando il nostro modo di pensare e le nostre abitudini quotidiane in maniera radicale, li considero nella misura equilibrata che io mi pongo utili, ma non indispensabili, è possibile restare umani in un mondo tecnologico.

Giulia, Tre qualità per essere imprenditori oggi?

Innovazione, tenacia e molta perseveranza.

Tre cose che porteresti sullo spazio?

Il mio cane, la mia famiglia e il cellulare.

Il tuo rifugio?

Il mio negozio, un luogo capace di infondere calore, protezione, pace e serenità. 

Continua…..

Informazioni utili:

www.rosaerosa.it

mail: info@rosaerosa.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...