Emozioni

Barollo wine

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista”.

Ci sono articoli difficili da comporre. Non per mancanza di contenuto ma, al contrario, per le troppe cose da dire. Quando incroci persone speciali, che ti lasciano addosso tante emozioni, poi devi trovare il modo di incanalarle, trasmetterle, comunicarle poco per volta.

Noi facciamo comunicazione, raccontiamo il territorio e i prodotti, che sono il punto di incontro tra uomo e natura. Abbiamo quindi deciso di dare il nostro piccolo contributo proprio così: continuando a raccontare, prendendo la macchina e spostandoci verso quei luoghi che sono stati epicentro, descrivendo il dopo e lasciandoci sedurre dalla speranza di chi, quei luoghi, li vive e non vuole abbandonarli per nulla al mondo.

Succede che il richiamo della terra crei legami forti, accenda passioni profonde e faccia nascere sogni che diventano realtà. Se tutto ciò accade è figlio di un percorso, a volte tortuoso e che parte da lontano.

Ed è successo che due uomini, ciascuno con la sua storia, ma uniti dalla stessa passione si siano ritrovati a cullare lo stesso sogno. Il vino è il filo che ha legato Marco e Nicola Barollo, sono annodate dalla concretezza della terra e dal lavoro di ogni giorno.

Barollo wines ha trovato casa nel Veneto, più precisamente a Preganziol, luogo abbastanza vicino per essere trovato, “sufficientemente lontano per essere una meta”.

Il vino è stato il primo motore che ci ha attratti verso questa splendida regione. Innamorarsi del vino è il punto cruciale della nostra storia. Potremmo dirvi di aver conosciuto Marco Barollo durante un evento in enoteca, raccontando i suoi prodotti a chi si approcciava al territorio Veneto per la prima volta.

La verità è che abbiamo scoperto questa cantina e i suoi vini in una giornata di completo relax di settembre, girando il cavatappi del suo Frank, aprendo la bottiglia e lasciando che quel profumo intenso facesse il suo corso lungo la gola, goccia dopo goccia.

Quando assaggi un vino per la prima volta, provi a immaginarti l’artista dietro il calice, convinto che quel nettare racconti di più del solo territorio. Abbiamo pensato a un vignaiolo fuori dagli schemi comuni, uno di quelli che se la rischia e cambia rotta perché l’istinto gli dice che quella è la strada giusta, anche se più impervia.

Un territorio vinicolo da scoprire

Il progetto dei vini Barollo parte dal territorio, con le sue specificità: un orizzonte ampio, «a metà strada fra il Mar Adriatico e le Dolomiti orientali, ancora da raccontare in chiave vinicola», spiega.

È qui che si innesta l’anima contemporanea e internazionale della Cantina, che seguendo l’evoluzione di un settore complesso – com’è oggi il vino italiano – si presenta al mondo con un taglio comunicativo studiato, d’impatto. “Contemporary italian wines“, si legge su ogni etichetta dei vini Barollo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...